Formazione giornalistica: un paese civile…?

Ma la riflessione che si è posta in conclusione del corso di formazione “Mass media e qualita’ della vita. L’ambiente e la cancerogenicita’ nell’era della globalizzazione” ha riguardato grado di civiltà posseduto dal nostro paese:

È un paese civile quello in cui per arrivare a capire l’importanza e la gravità della terra dei fuochi ci sia voluta la rivolta di genitori che non ce la facevano più a vedere morire i propri figli? Ci sia voluta la rivolta di un parroco di provincia che non ce la faceva più a vedere decimarsi i giovani della sua diocesi?

Tutto questo però accadeva in paese che era a conoscenza dei fatti, perché già raccontanti da Schiavone nel 1997. Ma intanto si continuava a morire di cancro, mentre i potenti stavano a guardare.

E allora il compito del giornalista sarà pure quello di onorare la veridicità dei fatti, ma secondo me, se non viene ripristinata la democrazia nel nostro paese e non viene ripristinato il giusto potere alla politica, non saremo mai un paese civile.

Seguimi su la mia pagina Facebook e su Instagram!

//pagead2.googlesyndication.com/pagead/js/adsbygoogle.js

<!– revisione account –>
<ins class=”adsbygoogle”
style=”display:inline-block;width:728px;height:90px”
data-ad-client=”ca-pub-8946992451876469″
data-ad-slot=”7097878837″></ins>

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...